logo red copia.png

INOXIDABLE

Incremento della forza

 

Integratore alimentare di Vitamine, Sali minerali, Aminoacidi, Adenosina, Dimetilglicina, Octacosanolo,

Tribulus terrestris ed Estratti vegetali.

 

  • Utilizzo = Pre work

  • Indicazione = Training

  • Dose: 3-4 compresse pre-allenamento

  • Confezione = 60 cpr da 1,35 g

INDICAZIONI: Vitamina B2: contribuisce alla normale formazione dei globuli rossi, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e al metabolismo energetico. Vitamina B3: al normale metabolismo energetico. Vitamina B5: alla normale sintesi e al normale metabolismo degli ormoni steroidei, della Vitamina D3 e di alcuni neurotrasmettitori. Vitamina B6: al metabolismo delle vitamine e del glicogeno, al normale funzione dei globuli rossi, e alla regolazione dell’attività ormonale. Vitamina C: al normale metabolismo energetico, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla normale funzione dei vasi sanguigni, accresce l’assorbimento del Ferro. Vitamina D3: al normale assorbimento/utilizzo di Calcio e Fosforo, alla normalizzazione dei livelli di Calcio nel sangue. Vitamina E: alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo. Colina: al normale metabolismo dei lipidi e al mantenimento della normale funzione epatica. Ferro: alla normale funzione dei globuli rossi e dell’emoglobina, al normale trasporto di ossigeno nel sangue. Magnesio: alla normale sintesi proteica. Potassio: alla normale funzione muscolare e al mantenimento della funzione sanguigna. Zinco: al mantenimento di normali livelli di testosterone nel sangue, al  normale metabolismo acido/basico dei carboidrati, dei macronutrienti e degli acidi grassi. Rame: al trasporto di Ferro nell’organismo, alla normale funzione del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

Tribulus terrestris risulta utile per l’azione tonica e di sostegno metabolico e per la funzionalità delle vie urinarie. Fieno greco per il metabolismo dei carboidrati, dei trigliceridi e del colesterolo. Cardo Mariano: per il metabolismo dei carboidrati e la funzione digestiva, epatica e depurativa dell’organismo. Gynostemma per il metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, per la funzionalità epatica, delle prime vie respiratorie e dell’apparato cardiovascolare. Ginkgo Biloba: per la normale circolazione del sangue e la funzionalità del microcircolo.

Il prodotto è indicato in caso di ridotto apporto con la dieta di tali ingredienti o loro aumentato fabbisogno.

Gli Aminoacidi risultano particolarmente adatti ad un intenso sforzo muscolare, contribuiscono al sostegno del fabbisogno proteico/azotato e al ripristino energetico. Il prodotto è indicato in caso di ridotto apporto con la dieta di tali ingredienti o loro aumentato fabbisogno.

 

INGREDIENTI. Tribulus terrestris L. frutto 40% tribulosidi – Magnesio ossido - Agente di carica: Cellulosa microcristallina - L-Citrullina malato - L-Glutammina - Fieno greco semi (Trigonella foenum-graecum L.) e.s. 50% saponine - Gynostemma pentafillum semi Makino e.s. 80% gipenosidi - Idrossimetilbutirrato (HMB) - Cardo mariano semi (Silybum marianum Gaertn) e.s. 80% silimarina - Policosanoli 60% Octacosanolo - Potassio bicarbonato - Vitamina C (Acido ascorbico) - Adhatoda vasica radice Nees e.s. 0,5% alcaloidi - Betaina anidra - Colina bitartrato - Dimetilglicina - L-Fenilalanina - L-Taurina - Zinco gluconato - Antiagglomerante: Biossido di Silicio - L-Metionina - Adenosina ATP - Ginkgo Biloba L. foglia e.s. 24% ginkgoflavonglicosidi - L-Triptofano - Antiagglomerante: Magnesio stearato vegetale - Vitamina B2 (Riboflavina) - Ferro gluconato - Vitamina B3 (Niacina) - Vitamina B5 (Acido pantotenico) - Vitamina B6 (Piridossina cloridrato) - Vitamina C (Acido ascorbico) - Vitamina E (Dl-tocoferilacetato – gelatina – acido silicico).

 

 

 

RAZIONALE INGREDIENTI

 

Le singole sostanze sono suddivise in gruppi in base alle specifiche caratteristiche di ciascuna e all’obiettivo prefisso. La sinergia delle stesse e il concomitante lavoro atletico, potenziano l’efficacia di ogni singolo componente nel raggiungimento dell’obiettivo cui ogni gruppo è finalizzato.

 

Funzione: incremento del gesto di forza/ritmo

 

Dimetilglicina – La DMT, composto intermedio a partire dalla Glicina, è impiegata con successo nei casi di affaticamento cronico. La sostanza stimola la respirazione cellulare, incrementa la capacità di consumo d’ossigeno, migliora le funzioni epatiche. Incrementa la performance fisica e mentale, aumenta il metabolismo dei carboidrati, riducendo, con l’incremento nel consumo d’ossigeno, il picco dell’acido lattico. Può inoltre migliorare la sensazione del benessere atletico.

Fenilalanina – Un certo numero di neurotrasmettitori derivano dalla Fenilalanina. Essa viene convertita direttamente in Tirosina e successivamente in Dopamina, Norepinefrina ed Epinefrina. Recenti studi hanno provato che il suo utilizzo ha un notevole potenziale di efficacia nella terapia del dolore. E’ stato rilevato che la Fenilalanina inibisce l’attività degli enzimi responsabili della scomposizione delle endorfine, consentendo quindi alle loro proprietà analgesiche di agire per un periodo di tempo più lungo. Ciò significa che non funge da analgesico, ma favorisce l’attività dei meccanismi endogeni di controllo del dolore.

Taurina – Nell’organismo la sintesi della Taurina avviene grazie agli aminoacidi Metionina e Cisteina, a partire dal fegato con la presenza di Vitamina B6. Ha un’importante funzione riequilibrante nelle sinergie aminoacidiche, e l’interesse degli studiosi si è concentrato nel suo ruolo di neurotrasmettitore.

La Taurina inoltre agisce sul controllo delle perdite di Potassio nel muscolo cardiaco. Si ritiene che questa sostanza regoli il controllo osmotico del Calcio e del Potassio nel muscolo cardiaco, aumentando l’efficacia della contrazione cardiaca.

Triptofano – E’ un aminoacido essenziale. Aiuta a stabilizzare l’umore ed è usato dal cervello per produrre serotonina, un importante neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale che porta gli impulsi da una cellula all’altra. E’ necessario per la produzione di Niacina (Vitamina B3) la cui azione sul Triptofano stesso causa la produzione dell’enzima nicotinammide adenin dinucleotide (NAD), responsabile di molte funzioni vitali del cervello. Il Triptofano ha una rilevante funzione analgesica.

Adhatoda Vasica – Contiene alcaloidi che mostrano un’importante azione broncodilatatrice (simile alla teofillina), mucolitica e immunostimolante. Ha azione vasodilatatrice periferica e antispastica. Ha effetto stimolante sul miocardio.

Ginkgo Biloba – Svolge un’azione importante nell’aumento della vasodilatazione e del flusso del sangue periferico nei capillari. Aiuta il mantenimento dell’integrità e della permeabilità delle pareti cellulari. E’importante la sua azione antiaggregante piastrinica ed immunostimolante.

Octacosanolo – Questo prezioso principio nutritivo è contenuto in minima parte in diversi vegetali. Puro viene prodotto in laboratorio attraverso l’estrazione dall’olio di germe di grano, dove è presente in ragione di 100 parti per milione. Il professore Thomas Cureton, direttore dell’Istituto di Phisical Fitness presso la Illinois University, dimostrò conclusivamente che l’aumento dell’efficienza fisica negli atleti monitorati era dovuto alla presenza nella dieta di Octacosanolo.

Il suo utilizzo induce una notevole riduzione del fabbisogno di ossigeno da parte dei tessuti corporei, nonché l’ottimizzazione dell’ossidazione cellulare, grazie alla cessione di ioni idrogeno nella catena respiratoria.

Tribulus terrestris – In Cina il Tribulus è un componente importante delle terapie per curare una varietà di patologie legate a fegato, reni e vie urinarie. Le componenti della pianta sono saponine e steroli di tipo furastanolo, che riescono ad aumentare il livello di testosterone del 33%. Il Tribulus, come tonico generale, aiuta a ridurre il colesterolo, a normalizzare i livelli della pressione sanguigna e, in senso lato, a ridurre lo stress. Aumenta la capacità di contrazione del muscolo cardiaco e riduce la ritenzione idrica.

Potassio – E’ un regolatore del battito cardiaco, stimola l’eliminazione del’acqua dai reni, liberando così l’organismo da sostanze tossiche. E’ uno dei minerali di cui l’organismo ha maggiormente bisogno, in quanto è necessario alla salute dei tessuti muscolari e nervosi. Il Potassio, aumentando l’escrezione renale del Sodio, contribuisce all’abbassamento della pressione arteriosa. Associato a specifici aminoacidi (Fenilalanina, Taurina, Acido Glutammico, Glicina) riveste un ruolo fondamentale nei sistemi neurotrasmettitivi, aiutando le funzioni cerebrali, e garantendo una corretta ossigenazione del cervello. Le sue importantissime funzioni vanno quindi dalla produzione energetica mitocondriale alla sintesi proteica. Esercita il controllo sul ritmo cardiaco e sulla tonicità dei muscoli. Una carenza di Potassio può manifestarsi con: astenia, debolezza muscolare, accumulo di liquidi, stipsi, disordine del sistema nervoso, problemi renali.

Specificatamente intervenendo nell’attività sportiva, il Potassio è indispensabile al normale funzionamento dei nervi, al metabolismo glucidico, all’equilibrio acido-base, al metabolismo dell’ossigeno a livello cerebrale, al buon funzionamento del muscolo cardiaco.

Zinco – Metallo necessario per il funzionamento di oltre 300 differenti enzimi. Svolge un ruolo vitale in molti processi biologici come attivatore in un certo numero di reazioni enzimatiche coinvolte nel metabolismo di carboidrati e proteine, nella crescita e nello sviluppo. La sua proprietà di mantenere sano il sistema immunitario, comprende la regolamentazione dei linfociti T, delle cellule CD4, e dell’interleuchina.

Una carenza di Zinco può provocare disturbi quali stanchezza cronica sia fisica che mentale. Ha una importante funzione nella produzione dei livelli di testosterone. Ha un ruolo importante nella crescita e nello sviluppo. Regola la sintesi e il catabolismo degli acidi nucleici e delle proteine. Riveste un’importante funzione nella produzione di insulina. La sinergia con Vitamina C garantisce un’ottima difesa contro le malattie del raffreddamento.

Colina bitartrato – Agisce sul metabolismo allo stesso modo delle vitamine del complesso B come coenzima essenziale alla costituzione delle membrane cellulari e dei neurotrasmettitori colinici (Acetilcolina) indispensabili a valicare lo spazio tra le cellule nervose. Contribuisce al mantenimento di una sana funzionalità epatica, in quanto rientra nel gruppo di sostanze lipotrope, ovvero in grado di prevenire i depositi di lipidi del fegato. La sua funzione risulta indispensabile a valicare lo spazio tra le cellule nervose, favorendo così la trasmissione degli impulsi.

Vitamina B3 – La Niacina aiuta a produrre enzimi che convertono i carboidrati, il glucosio e i grassi in energia utilizzabile. Viene immagazzinata dal fegato che la utilizza per la disintossicazione dagli scarti metabolici prodotti e che vengono poi eliminati attraverso le urine. Coinvolta nel metabolismo del rame, promuove la formazione di anticorpi e globuli rossi. Agisce inoltre come vasodilatatore, provocando un rilascio di istamina. L’effetto della vasodilatazione aiuta a trasportare i nutrienti nelle cellule e a fluidificare il sangue.

Vitamina C – E’ il più importante nutriente classificato dalla ricerca scientifica. Essendo idrosolubile, deve essere adeguatamente fornita ogni giorno. La Vitamina C è un elemento essenziale nella formazione del collagene (la proteina necessaria per il mantenimento del tessuto connettivo di pelle, cartilagine, legamenti, ossa e vasi sanguigni). Essendo agente riducente, favorisce l’assorbimento del Ferro a livello intestinale. Potente antiossidante, protegge la membrana cellulare da fenomeni di ossidazione. Contribuisce all’attivazione del processo metabolico degli aminoacidi Fenilalanina e Tirosina, bilancia il metabolismo glucidico ed è fondamentale la sua azione chelante di eliminazione di metalli tossici. Rientra nella sintesi dell’Adrenalina e della Noradrenalina, catecolamine adrenergiche, e nella sintesi della Serotonina, ormone della sicurezza e della stabilità emotiva.

 

Funzione: incremento della potenza muscolare

 

HMB (Idrossimetilbutirrato dei sali di Leucina) – La sostanza si forma nell’ambiente cellulare a partire dall’importante aminoacido Leucina, cui sono tradizionalmente correlate elevate capacità anticataboliche. Data l’importanza della funzione e, per contro, l’esiguità della produzione endogena giornaliera, risulta particolarmente utile l’integrazione. La sua supplementazione esplica un prezioso effetto ergo genico, grazie alle sue proprietà anaboliche, lipolitiche ed anticataboliche. HMB fornisce notevole apporto all’incremento della massa muscolare, può essere assunto sinergicamente alla Creatina, diminuendo così le scorie che l’utilizzo della stessa lascia nei muscoli, fungendo da risparmiatore della proteolisi muscolare indotta dal lavoro dell’atleta.

Adenosina - ATP – Ribonucleoside formato dallo zucchero ribosio e dall’aminoacido adenina, è una base azotata presente negli acidi nucleici (Dna/Rna), precursore della sintesi dell’ATP (Adenosin-trifosfato) coenzima fondamentale nei fenomeni di trasporto di energia nel processo metabolico. E’ la fonte universale di energia libera nei sistemi biologici.

Betaina Anidra (Trimetil-glicina) – Partecipa alla sintesi dell’Acetilcolina, indispensabile per la trasmissione degli impulsi nervosi. Infatti interviene nella trans-metilazione, cioè nel processo per mezzo del quale i gruppi metilici CH3 sono trasferiti da una molecola ad un’altra: un processo biochimico indispensabile per il metabolismo cellulare, in cui la Betaina svolge un’azione di attivazione e mantenimento nella produzione d’energia.

La Betaina è un nutriente che incrementa le prestazioni degli atleti attraverso un elevato trasporto ed utilizzo di ossigeno; rallenta la formazione di acido lattico, favorendo l’eliminazione del grasso e del colesterolo. La Betaina è una sostanza preposta ad aumentare il metabolismo, influenzando positivamente l’attività aerobica ed anaerobica. Fondamentalmente la Betaina è un agente metilante, che svolge un ruolo importante nel processo di detossificazione dell’Omocisteina (potente ossidante generatore di radicali liberi) nella conversione in Metionina. L’organismo metabolizza infatti solo piccole quantità di Omocisteina, ed è noto che in grandi quantità essa è tossica: l’utilizzo della Betaina risulta quindi importante come antiossidante, sia come epatoprotettore, sia per il migliore utilizzo di forza resistente, come quella necessaria nell’endurance atletico.

Citrullina Malato – Il ruolo principale della Citrullina è la sua presenza nel ciclo dell’urea, sinergizzando così il ruolo dell’Arginina nell’eliminazione dell’Ammoniaca in eccesso prodotta dal metabolismo degli aminoacidi. In questo suo ruolo specifico la Citrullina è il precursore dell’Arginina stessa. Inoltre la Citrullina viene prodotta nella reazione di sintesi dell’ossido nitrico a partire dall’Arginina, attraverso il processo di ossido nitrico sintetasi. Sostanzialmente la sinergia tra Citrullina, Arginina e Ornitina (soprattutto se utilizzate nei loro principi di evoluzione biochimica di Arginina Piroglutammato, Ornitina Alfa-chetoglutarato e Citrullina Malato) determinano un grande contributo di efficacia nella produzione di massa magra, quindi nel lavoro dell’atleta di alto livello.

Glutammina – La Glutammina costituisce l’aminoacido più abbondante del corpo umano. E’ coinvolta in molti processi biochimici, dalla sintesi proteica alla disintossicazione. Interviene nel mantenimento della funzionalità del sistema immunitario e nella formazione del Glutatione, un potente antiossidante che serve per contrastare i radicali liberi, aumenta la resistenza, aiuta la detossificazione dall’ammoniaca. Ha inoltre un’importanza fondamentale per l’equilibrio del bilancio acido-base a protezione delle cellule e dei tessuti. Il suo fabbisogno può aumentare sensibilmente in condizioni di stress e la sua carenza può portare a facile esaurimento fisico e mentale.

La Glutammina, sostanza costitutiva delle proteine è coinvolta in moltissime reazioni biochimiche cellulari, vitali per il nostro benessere. E’ soprattutto importante nella stimolazione dell’ormone della crescita (GH). L’innalzamento della richiesta di Cortisolo a seguito di sforzi fisici intensi, induce maggiormente lo spreco e la degradazione della Glutammina; la cui carenza porta ad una riduzione della sintesi proteica con relativo stato di catabolismo dell’organismo. Tra l’altro è coinvolta nella sintesi dell’ammoniaca, sostanza di scarto del metabolismo delle proteine, il cui eccesso dev’essere eliminato con le urine.

Ferro – Il Ferro ha tre funzioni principali:

a) trasporto di energia – il Ferro è parte della molecola che trasporta l’Ossigeno nel sangue;

b) produzione di energia cellulare – il Ferro è richiesto nella parte finale del processo di produzione di energia dal cibo

c) rimozione dei dannosi radicali liberi – l’enzima catalasi necessita di Ferro.

In sintesi la sua funzione è fondamentale per la veicolazione di ossigeno nei globuli rossi (emoglobina) e nel muscolo (mioglobina), cioè per quelli che sono i dati ematici basilari per l’ottenimento della performance dell’atleta. Inoltre è cofattore degli enzimi preposti alla respirazione cellulare.

Rame - Funziona come catalizzatore nella formazione degli acidi ribonucleici che presiedono alla formazione delle nuove cellule. È un minerale essenziale a molte funzioni enzimatiche fondamentali per il metabolismo dei grassi, per la produzione di energia, per un’adeguata utilizzazione del Ferro e della Vitamina C, per la formazione di tessuto osseo e per la mielina del sistema nervoso. La carenza di Rame determina anemia, anomalie della formazione delle ossa e degenerazione del sistema nervoso.

Vitamina B2 – Presiede al metabolismo dei lipidi. Una volta nell’organismo si trasforma in due coenzimi: Flavina mononucleotide (Fmn) e Flavina Adenin-dinucleotide (Fad). Questi enzimi sono perlopiù attivi nel fegato e sono vitali per la formazione degli enzimi ossidanti, che controllano vari processi dell’organismo. La sua azione è sinergica alla Vitamina B6.

Vitamina B6 – La Piridossina agisce da coenzima in oltre 60 reazioni biochimiche come attivatore di un gran numero di enzimi. E’ indispensabile per il metabolismo degli acidi nucleici (DNA e RNA) necessari per la biosintesi delle proteine. E’ un vero e proprio coenzima determinante nel metabolismo intermediario degli aminoacidi, in quanto necessaria alla loro sintesi, assimilazione e degradazione per la produzione di energia. Esplica un’azione essenziale nella formazione di globuli rossi e degli ormoni adrenalina e insulina. Partecipa come cofattore alla sintesi dei neurotrasmettitori dopamina e gaba.  La sua azione, inoltre, su vari minerali e neurotrasmettitori del cervello, come la serotonina, regola il sistema nervoso e l’equilibrio sodio/potassio, prevenendo la ritenzione dei liquidi.

Inosina – E’ un nucleoside costituito dall’unione di una molecola di Ipoxantina con una di Ribosio. Favorisce l’aumento del potenziale energetico di base dell’ATP ed è inoltre responsabile del modo in cui lavorano le cellule vitali. Aiuta inoltre a coadiuvare il metabolismo corporeo e influisce quindi direttamente su vari processi riguardanti la salute generale, le prestazioni fisiche degli sportivi e la resistenza alla fatica. Supporta il funzionamento del sistema cardiovascolare, fornendo un apporto di ossigeno e nutrienti alla massa muscolare in aumento. Pur aumentando i livelli di acido urico, garantisce al plasma le sue proprietà antiossidanti e di conseguenza la prevenzione, in modo significativo, dell’affaticamento muscolare.

 

Funzione: adattamento allo stress atletico

 

Fieno greco – Anabolizzante naturale, importante nella formazione della massa muscolare, viene utilizzato nelle cure dell’anemia. E’ ricco in Lisina e Triptofano, che favoriscono la sintesi proteica. Inoltre nei semi è contenuta la Diosgenina, saponina steroidea (presente anche nella Dioscorrea), che è utilizzata come precursore per la produzione emisintetica degli ormoni steroidei. Per il contenuto di Inositolo, è in grado di demolire i depositi di grasso a livello epatico e trasformarli in fosfolipidi, composti di Acido linoleico ed oleico di cui la sostanza è assai ricca: la presenza di fosfolipidi da acidi grassi polinsaturi protegge l’integrità e l’elasticità delle membrane cellulari.

Il Fieno greco incrementa anche la produzione di insulina da parte del pancreas, attraverso l’alcaloide trigonellina, e agisce così come ipoglicemizzante.

Gynostemma – La pianta è ricca di componenti appartenenti alle classi dei flavonoidi, di composti steroidei e diverse saponine triterpeniche. Queste saponine, note come gipenosidi, si sono rivelate all’analisi in numero quattro volte superiore a quante contenute nel Panax Ginseng. Ne condividono comunque le proprietà adattogene, incrementando così la capacità di resistenza nello stress atletico e neutralizzando fattori dannosi, come gli stati di ossidazione cellulare.

L’attività benefica della Gynostemma a livello cardiovascolare deriva proprio dall’alto contenuto di saponine: queste sono molecole naturali in grado di ridurre l’ossidazione causata dai lipidi circolanti, favorendo la normalizzazione della coagulazione, la riduzione di colesterolo e di zuccheri ematici.

Vitamina B5 – Fattore antistress. Idrosolubile, viene assorbita dall’intestino e, una volta assimilata, entra a far parte del coenzima A. Indispensabile allo svolgimento di importanti reazioni metaboliche (ciclo di Krebs, biosintesi del colesterolo e di altri ormoni e acidi grassi). Favorisce il ricambio cellulare, la crescita e lo sviluppo del sistema nervoso centrale. E’ essenziale per il buon funzionamento delle ghiandole surrenali, per la conversione dei grassi e degli zuccheri in energia, per la sintesi di anticorpi. Previene la stanchezza, l’invecchiamento precoce e le rughe.

 

Funzione: disinfiammante e di epatoprotezione durante lo stress atletico

 

Metionina – La Metionina è un aminoacido essenziale che contiene Zolfo. Fondamentale per la formazione di Acido nucleico (ovvero Rna/Dna), è precursore dell’aminoacido Cisteina. La Metionina inoltre risulta importante nel mantenimento del pool di Glutatione perossidasi, potente enzima antiossidante. La carenza di Metionina può portare ad accumulo di grassi nel fegato. In assenza di un livello adeguato di Metionina, non può avvenire la sintesi delle proteine Albumina e Globulina del sangue.

Cardo mariano – La principale costituente è la Silimarina, utilizzata nelle disfunzioni del fegato con effetto epatoprotettore, perché ne accelera il processo di rigenerazione delle cellule. La Silimarina inibisce la per ossidazione dei grassi, regola la permeabilità cellulare ed è inibitore della formazione di metaboliti responsabili del danno epatico. Oltre alle attività antinfiammatorie, svolge una notevole azione diuretica.

Magnesio – Il 60% di Magnesio tissutale è localizzato nello scheletro. Il resto è concentrato all’interno delle cellule, dove compie una funzione essenziale. Regola la membrana cellulare, la permeabilità, la contrazione muscolare. Stimola la contrazione nervosa e antagonizza il Calcio (riequilibrando il rapporto Ca/Mg), la cui presenza in eccesso può avere effetto dannoso sul sistema circolatorio. Attivatore degli enzimi all’interno delle cellule, è indispensabile al metabolismo della Vitamina C. Ha azione termoregolatoria e agisce come sedativo nei casi di eccitabilità neuromuscolare. Il Magnesio contribuisce alla normale funzione muscolare e alla sintesi proteica, e, con la Vitamina B6, alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento. La sua funzione è quindi indispensabile al normale metabolismo energetico e al normale funzionamento del sistema nervoso.

Vitamina E – Il Tocoferolo è un potente antiossidante liposolubile che interrompe, combinandosi con l’Ossigeno, la produzione dei radicali liberi che si formano quando i grassi subiscono alcune trasformazioni metaboliche. Il componente biologicamente più attivo è il D-alfa-tocoferolo. La Vitamina E contribuisce alla salute degli organi primari, dei muscoli, del sangue, della ghiandola pituitaria e surrenale. Incrementa la stabilità muscolare e promuove il funzionamento dell’apparato circolatorio.